info@cleanairworld.it  +39 031 4153551

EcoHPC

Maggiore resistenza alle alte temperature
Maggiore resistenza alle aggressioni chimiche
Maggiore resistenza nelle fasi di stoccaggio e trasporto
Maggiore efficienza della performance nel tempo

EcoHPC
Ecological High Performance Coating

Eco HPC è il marchio che contraddistingue il più alto e importante traguardo raggiunto in un trattamento di rivestimento per cestelli porta maniche filtranti.

Dalla conoscenza e dall’esperienza nel settore della filtrazione di CleanAir, la ricerca continua di nuove soluzioni maggiormente performanti ha portato allo sviluppo di un trattamento a basso impatto ambientale interamente studiato per la finitura e la protezione di cestelli porta maniche filtranti.

Il processo EcoHPC è un trattamento di elettrodeposizione che conferisce resistenza e durata nel tempo, assicurando qualità costante nel prodotto finito grazie ad un ciclo completamente automatico e monitorato in ogni sua singola fase.

I cestelli porta maniche filtranti realizzati con finiture EcoHPC garantiscono:

  • alta resistenza in fase di stoccaggio e di installazione presso i siti dei clienti;
  • alta resistenza una volta installato e sottoposto ad aggressioni di agenti esterni;
  • assenza del classico fenomeno di abrasione sulle maniche filtranti;
  • alte resistenze meccaniche del film elettrodepositato;
  • alta resistenza alle vibrazioni ed allo strofinio.

Una corretta e duratura filtrazione inizia proprio dall’affidabilità, dalla qualità e dalla durata dei supporti per maniche filtranti.

Il trattamento EcoHPC di CleanAir si inserisce nella catena del valore del processo della filtrazione contribuendo ad elevanre la qualità e la durata nel tempo del corretto funzionamento dell’impianto.


Il processo di elettrodeposizione e l’evoluzione nel trattamento EcoHPC

Il processo di elettrodeposizione è un trattamento superficiale in grado di conferire a elementi in acciaio al carbonio una notevole resistenza alla corrosione; è caratterizzata dal deposito uniforme di una resina epossidica sulla superficie dell’elemento, che assicura per lungo tempo una straordinaria protezione nei confronti degli agenti chimici e di altri tipi di attacchi.

EcoHPC: la ricerca di una maggiore resistenza a minor impatto ambientale

Il processo EcoHPC è un trattamento superficiale in grado di conferire ai supporti per maniche filtranti una resistenza alla corrosione mai raggiunta prima. L’esperienza CleanAir in questo tipo di processo deriva dall’essere stata la prima azienda del settore ad introdurre nel proprio ciclo di lavorazione il trattamento di elettrodeposizione, creando una divisione produttiva interna interamente dedicata a questo tipo di lavorazione.

Il trattamento EcoHPC è caratterizzato dal deposito uniforme di una resina epossidica che aderisce ai supporti per maniche filtranti come un vero e proprio legame chimico, assicurando una protezione intrinseca e non semplicemente superficiale, omogenea su tutta la superficie ed efficace a lungo nei confronti di gli agenti atmosferici, chimici e fisici.
Con questo trattamento si assicura una maggiore protezione dalla ruggine e si impedisce che l’ossidazione possa espandersi al di sotto della vernice, poiché quest’ultima è legata chimicamente al supporto metallico.

L’elettrodeposizione è un trattamento che conferisce al supporto per maniche filtranti un’elevata resistenza agli agenti atmosferici, in particolare modo in caso di esposizione in ambienti resi aggressivi dalla presenza consistente di umidità, calore e sali; il sistema di elettrodeposizione di tipo catodico permette di raggiungere valori di resistenza chimica superiori del 50% rispetto al tradizionale sistema anodico; anche le proprietà meccaniche del film protettivo risultano notevolmente migliorate.

Il trattamento EcoHPC di CleanAir è dedicato esclusivamente alla lavorazione di supporti per maniche filtranti ed i relativi accessori, permette di ottenere spessori di rivestimento altamente omogenei, anche nelle zone di difficile accesso di applicazione del supporto per maniche filtranti, assicurando una resistenza diffusa alla corrosione anche in condizione estreme di temperatura e pressione.

Uno dei vantaggi secondari che si ottengono dal trattamento EcoHPC è l’eliminazione del fastidioso effetto stiching, ovvero l’effetto di aderenza delle maniche filtranti ai supporti metallici che ne aumenta notevolmente difficoltà e tempi di sostituzione.

EcoHPC: trattamento con minor impatto ambientale

Nel processo EcoHPC il prodotto elettrodepositato è idrodisperso, ovvero la vernice viene sciolta in acqua e non in solventi chimici: il processo è quindi caratterizzato da un bassissimo impatto ambientale. L’esausto di solvente è infatti un rifiuto tossico e nocivo, mentre  la vernice in eccesso nel processo EcoHPC  viene immessa nuovamente in circolo e riutilizzata, invece di essere inviata necessariamente alla fase di depurazione, con gli evidenti vantaggi di annullamento del rischio di dispersione di prodotti inquinanti.

Trattamento EcoHPC

Stiamo usando questo sistema di rivestimento da oltre un decenniol con ottimi risultati in diversi campi (cementifici, inceneritori , centrali a biomassa, centrali elettriche, acciaierie ) e abbiamo fatto diversi grandi progetti con importanti clienti. Per prendere visione delle referenze contattateci.

Qui sotto potete trovare una breve spiegazione del nostro processo di rivestimento EcoHPC che può resistere alla temperatura di 250°C continua ed elimina la presenza dell’effetto stiching con le maniche filtranti.

numero1b

Il supporto per maniche filtranti viene pulito e sgrassato in vasche diverse con l’ausilio di nanotecnologia, in bagni di acqua e sodio ad una temperatura di 50°C per circa 15 minuti.

numero2

Vengono eliminati i residui dalla superficie in due fasi, immergendo i supporti per maniche filtranti in vasche con acqua demineralizzata ed altre soluzioni:

– Acqua con temperatura ambiente
– Conduttività elettrica < 50
– Soluzione di idrossido di sodio al 30 %
– Acido cloridrico

numero3

Verniciatura elettrolitica composta da:

- 10 % di pasta di pigmento e resina epossidica in acqua demineralizzata
- Temperatura dell’emulsione 27/28° C
- Tensione elettrica 380 V

numero4

Pulizia finale del supporto per maniche filtranti con il rivestimento di lavaggio e risciacquo in diversi serbatoi per 5 minuti e un lavaggio drenante per 8 minuti.

numero5

L’essiccazione della vernice in un forno a 180°C per circa 20 minuti.

numero6

I supporti per maniche filtranti sono collocate direttamente nelle casse pronte per la spedizione.

Prova di nebbia salina (norma ASTM B 117) | 136 ore

Cestello pretrattato e verniciato con polvere nera


Spessore: 50 µ


Durata prova 136 ore
Penetrazione su incisione a croce con perdita di aderenza del film. Inalterato su campo. Qualche punto di formazione di ossido sulle saldature.

Prima

1_prima

Dopo

1_dopo

Cestello elettrozincato


Spessore: -


Durata prova 136 ore
Formazione di ruggine con trasudamento di ossido bianco e ossido rosso.

Prima

3prima

Dopo

3dopo

Rete trattata con EcoHPC


Spessore: -


Durata prova 136 ore
Inalterato.

Prima

5prima

Dopo

5dopo

Rete prezincata


Spessore: -


Durata prova 136 ore
Formazione di ruggine con trasudamento di ossido bianco e ossido rosso.

Prima

6prima

Dopo

6dopo

Prova di nebbia salina (norma ASTM B 117) | 1249 ore

Cestello trattato con EcoHPC


Spessore: 16 µ


Durata prova 1249 ore
Formazione di punti ruggine in corrispondenza delle saldature.
Diversi punti di blistering sul campo.
Penetrazione regolare su intaglio a croce per 2 mm.
Corrosione con foratura della lamiera in corrispondenza dell’intaglio a croce sul disco.

Prima

7prima

Dopo

7dopo

Vuoi maggiori informazioni

Desideri ricevere maggiori informazioni riguardo CleanAir e i suoi prodotti, o sei interessato ad argomenti riguardanti la filtrazione dell’aria in ambito industriale e vuoi ricevere aggiornamenti sulle novità, normative, tecnixhe o tecnologiche? Contattaci!