Test della camera di nebbia salina

Share it now!

Il test di nebbia salina viene eseguito per verificare la resistenza di un materiale o un rivestimento al processo di corrosione che viene attivato in modo naturale con la reazione (chimica o elettrochimica) all’aggressione di agenti ossidanti quali, ad esempio, ossigeno atmosferico, umidità, gas soluzioni corrosive …
Questo processo porta ad un graduale deterioramento del materiale soggetto ad ossidazione e alla perdita delle sue caratteristiche (questo può essere facilmente visto in tutti quei casi in cui una superficie metallica si arrugginisce).

Queste prove permettono di conoscere il livello di resistenza alla corrosione dei materiali o dei rivestimenti e quindi verificare se il materiale ha bisogno di un rivestimento superficiale oppure capire se il procedimento che serve ad applicare il rivestimento è conforme oppure no.

Al termine del processo, si valuta il livello di bontà della verniciatura andando a vedere come si presentano i difetti superficiali dopo la permanenza del campione in camera di nebbia salina. Il campione, a seconda del tipo di verniciatura, di dove verrà utilizzato e in quali condizioni, viene sottoposto a un ciclo di corrosione accelerata in nebbia salina che può durare qualche ora o addirittura mesi, e alla fine, deve avere difetti estetici che non superano certi livelli, se no, tutto il processo di verniciatura è da riprogrammare, finché il campione non risulta conforme.

La conformità dei rivestimenti può essere inoltre testata mediante prove di adesione mediante quadrettatura.

Quality Policy Clean Air Europe